Bifo è uno pseudonimo. Franco Berardi inizia firmarsi così sui quadri astratti che dipinge alla scuole medie. Più tardi diventa anarcooperaista ed entra nel gruppo Potere Operaio, partecipa al movimento del ’68 nell’università di Bologna dove frequenta lettere e filosofia. Nel 1970 pubblica con Feltrinelli il suo primo libro Contro il lavoro. Nel 1975 fonda la rivista “A/Traverso che diviene punto di riferimentp del movimento creativo di Bologna. Nel 1976 partecipa alla redazione di Radio Alice. Nel 1977 fugge da Bologna dove la polizia lo cerca per istigazione all’odio di classe a mezzo radio. Si rifugia a Parigi dove conosce Guattari e Foucault. Viaggia a lungo in India, Messico, Nepal e Cina. Rientrato in Italia inizia a occuparsi di internet come fenomeno sociale e culturale decisivo.

Alcuni dei suoi lavori:

Contro il lavoro, Ed. Feltrinelli; La barca dell’Amore si è spezzato, Squilibri; Cyberpunk, Synergon; Più cyber che punk, Synergon; Cancel, Ed. Synergon; Politiche della Mutazione, Synergon; Mutazione e cyberpunk, Costa e Nolan; Convengo internazionale Cibernauti, Castelvecchi; Come si cura il nazi, Castelvecchi; Neuromagma, Castelvecchi; Exit. Il nostro contributo all’estinzione della civiltà, Costa e Nolan; Dell’Innocenza, Ombre corte; La fabbrica dell’infelicità, Derive approdi; Il sapiente, il mercante, il guerriero, Derive Approdi.

Per Gomma vai alla scheda autore di Ermanno “Gomma” Guarneri.

Bibliografia