• Pagine: pp. 208
  • Prezzo: € 12,00
  • ISBN: 9788897109624

COMPRA SUBITO SU: >> LAFELTRINELLI.IT SCONTO 5% >>
>> AMAZON SCONTO 5% sped. Prime >>
>> IBS.IT SCONTO 5% >>
>> HOEPLI.IT SCONTO 5% >>


Il ruolo della classe operaia negli anni prima e dopo la presa nazista del potere. Nell’analizzare le condizioni di vita operaie e gli eventi più cruciali del periodo – a partire dal massacro operaio di Berlino del 1929 fino alla storia delle bande giovanili di strada antinaziste e alle incursioni delle SA nelle birrerie operaie delle periferie – in anni che furono in realtà di guerra civile strisciante, Sergio Bologna smonta il tradizionale giudizio degli storici, secondo i quali la classe operaia e il proletariato tedesco si sarebbero piegati davanti a Hitler senza opporre resistenza. Un giudizio sostanzialmente ingiusto, che non rispetta minimamente la realtà.
La lotta antifascista è stata un obiettivo reale e concreto perseguito, seppur con i pochi mezzi a loro disposizione, da parte delle organizzazioni operaie tedesche. Contro di esse, il nazismo svilupperà diverse e articolate strategie di tipo “entrista” per separare gli interessi di classe, dividere le coscienze e in definitiva lacerare il tessuto operaio. “Gli anni che precedettero la presa del potere di Hitler sono anni di guerra civile strisciante. Nelle condizioni in cui gli avversari del nazismo furono costretti a condurre la loro resistenza, difficilmente qualcuno avrebbe potuto fare di più e di meglio.”

Compra direttamente su Shake

invia email a commerciale@shake.it