• Pagine: pp. 176
  • Prezzo: € 15,00
  • ISBN: 9788897109488

Dato che l’e-commerce ShaKe è al momento bloccato COMPRA SUBITO SU: >> LAFELTRINELLI.IT SCONTO 5% >>
>> AMAZON SCONTO 5% sped. Prime >>
>> IBS.IT SCONTO 5% >>
>> HOEPLI.IT SCONTO 5% >>

John Reed è rimasto famoso per il reportage “Dieci giorni che fecero tremare il mondo”, un testo scritto nel vivo dell’ottobre 1917, di cui Lenin stesso consigliò la lettura ai proletari di tutto il mondo. Ma Reed fu molto di più di un testimone oculare di quell’evento: era un militante della sinistra americana e sarebbe diventato, nei tre anni prima della morte per tifo nel 1920, un attivo comunista, in Russia e negli Stati Uniti. Le pagine qui raccolte contribuiscono ad ampliare e integrare quella sua celebre cronaca, tanto esemplare quanto appassionata: si tratta di articoli, lettere, discorsi, appunti, riflessioni, che mostrano il diretto coinvolgimento dell’autore in fatti epocali, la sua lucidità nel cogliere le dinamiche in corso, la sua capacità nel descrivere situazioni, atmosfere e personaggi – tutte caratteristiche che qui, al calor bianco della Rivoluzione d’Ottobre, assumono grande maggiore vigore e intensità.
Il volume di John Reed è curato da Mario Maffi (1947) che ha insegnato Cultura anglo-americana presso l’Università degli Studi di Milano e pubblicato numerose opere di analisi della società e cultura statunitense. Fra i suoi titoli più recenti: Città di memoria. Viaggi nel passato e nel presente di sei metropoli (2014); New York. Ritratto di una città (2010); Mississippi. Il Grande Fiume (2009). Ai reportage americani di John Reed ha dedicato l’antologia Red America. Lotta di classe negli Stati Uniti (2012).

Compra direttamente su Shake

invia email a commerciale@shake.it