• Pagine: pp. 192
  • Prezzo: € 17,00
  • ISBN: 9788888865621

“You’ll never walk alone”, l’inno della Kop, la curva dei tifosi del Liverpool, è un emblema della cultura dei supporter d’oltremanica. Il mito del tifo calcistico inglese, se da un lato si concretizza nell’immagine violenta dell’hooligan, dall’altro trae forza dal culto dello stadio, dai rituali e dalle modalità di incitamento collettive, corali e spettacolari che, negli anni Sessanta, influenzarono gli spettatori degli stadi in gran parte dell’Europa. Che cos’è cambiato in Inghilterra dopo le tragedie dell’Heysel e di Hillsborough? È davvero ancora attuale la vecchia immagine stereotipata dell’hooligan? Perché le centinaia di fanzine calcistiche autoprodotte rappresentano un’autentica innovazione?
A questi e ad altri interrogativi rispondono alcuni tra i più interessanti sociologi britannici e francesi, offrendo al lettore italiano il nuovo scenario di una cultura calcistica in trasformazione.
I cosiddetti “hooligan” inglesi sono cambiati e ormai ben lontani dagli stereotipi con cui erano stati dalla stampa sportiva e di settore. Questo libro spiega come e perché, in una panoramica unica nel mercato editoriale italiano.
Indice
Introduzione di Rocco De Biasi; Liverpool, ovvero “addio alla Kop” di Patrick Mignon; In casa e in trasferta: i tifosi del Liverpool e i cambiamenti nella cultura calcistica di Liz Crolley; La cultura calcistica nella “nuova” Inghilterra di John Williams; I calciatori e il people’s game di Pierre Lanfranchi; Le fanzine e le associazioni indipendenti: quale “potere” per i tifosi di calcio inglesi? di Gavin Barber; “The deadliest Striker in front of the Box”: televisione, calcio e tifosi in Inghilterra di Gerry Crawford; Comportamenti scorretti: gli hooligan, i media e la costruzione della notorietà di Richard Giulianotti e Gary Armstrong. Bibliografia.
Speciale video su You’ll never walk alone

Compra direttamente su Shake

invia email a commerciale@shake.it